LEGGE DI BILANCIO 2018: UNA SERIE DI OPPORTUNITA'

LEGGE DI BILANCIO 2018: UNA SERIE DI OPPORTUNITA'

Attività sindacali

26/02/2018



I Caf Cisl ci segnalano le principali novità sulle detrazioni per ristrutturazioni o riqualificazione energetica previste dalla Legge di Bilancio 2018.

Riqualificazione Energetica
È prorogata al 31/12/2018 la detrazione del 65% per le spese relative agli interventi di riqualificazione energetica degli edifici.
La detrazione è ridotta al 50% per le spese sostenute dal 01/01/2018 e relative all'acquisto e posa in opera di finestre comprensive di infissi, schermature solari e sostituzione di impianti di climatizzazione invernale.
Viene confermata la detrazione del 65% per la riqualificazione energetica di parti comuni degli edifici condominiali. Per tali lavori, fino al 2021 sono previste detrazioni del:
•70% per interventi sull'involucro dei condomini che interessano almeno il 25% della superficie disperdente lorda;
•75% per i lavori che migliorano la prestazione invernale ed estiva dell'edificio.


Interventi per Adozione di Misure Antisismiche
È in vigore fino al 31/12/2021 la detrazione fiscale pari al 50% in 5 quote annuali su un ammontare massimo complessivo di 96.000 euro per unità immobiliare per interventi relativi all'adozione di misure antisismiche con particolare riguardo all'esecuzione di opere per la messa in sicurezza statica delle abitazioni secondarie (c.d. seconde case) purché ubicate in zone sismiche ad alta pericolosità (zone 1, 2 e 3).
Qualora da tali interventi derivi una riduzione del rischio sismico tale da determinare il passaggio:
•ad una classe di rischio inferiore, la detrazione spetta nella misura del 70% della spesa sostenuta;
•a due classi di rischio inferiore, la detrazione spetta nella misura dell'80% della spesa sostenuta.

Detrazioni per Interventi di Riduzione Rischio Sismico e Riqualificazione Energetica nei Condomini
Dal 2018 per le spese relative agli interventi sulle parti comuni degli edifici condominiali ricadenti nelle zone sismiche 1, 2 e 3 finalizzati congiuntamente alla riduzione del rischio sismico e alla riqualificazione energetica spetta una detrazione maggiorata pari al 80%, se gli interventi determinano il passaggio a una classe di rischio inferiore e 85%, se invece si passa a due classi di rischio inferiori.
La detrazione è ripartita in 10 quote annuali e si applica su un ammontare massimo di 136mila euro moltiplicato per il numero delle unità immobiliari di ciascun edificio.

Ristrutturazione edilizia
È prorogata fino al 31/12/2018 la detrazione nella misura del 50% per gli interventi finalizzati al recupero del patrimonio edilizio, con un limite massimo di 96.000 euro per unità immobiliare, per gli interventi di ristrutturazione delle abitazioni e delle parti comuni degli edifici condominiali.


Bonus mobili
Il bonus mobili è stato confermato fino al 31/12/2018. La detrazione IRPEF del 50%, con un tetto di 10.000 euro per unità immobiliare, spetterà per l'acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici di classe non inferiore alla A+ (A per i forni), destinati ad arredare l'immobile oggetto di ristrutturazione. Nel 2018, sarà possibile fruire del bonus mobili solo in connessione agli interventi di ristrutturazione edilizia iniziati a decorrere dal 01/01/2017.

Detrazione per sistemazione a verde
Per l'anno 2018 è possibile fruire di una nuova detrazione IRPEF pari al 36% delle spese documentate, per “sistemazione a verde” di aree scoperte private di edifici esistenti, impianti di irrigazione e realizzazione pozzi o realizzazione di coperture a verde e di giardini pensili. La detrazione spetta fino ad un ammontare complessivo delle spese non superiore a 5.000 euro per unità immobiliare ad uso abitativo, sostenute ed effettivamente rimaste a carico dei contribuenti che possiedono o detengono, sulla base di un titolo idoneo, l'immobile sul quale sono effettuati gli interventi.