Comunicato stampa unitario IPAB Veneto

Comunicato stampa unitario IPAB Veneto

Negoziazione sociale

31/10/2017



IPAB: LA RIFORMA NON PUÒ PIÙ ATTENDERE SERVONO INTERVENTI URGENTI

Ripresa immediata del confronto con le OO.SS. e urgente calendarizzazione dell'iter di discussione e approvazione della riforma delle IPAB in Consiglio Regionale, sono queste le richieste avanzate da Cgil Cisl Uil alla Regione Veneto, ribadendo le proposte e le priorità di intervento già da tempo presentate e sollecitate

  • Mantenimento del carattere pubblico delle IPAB;
  • trasformazione in centri di servizio multifunzionali nel territorio per rafforzare la filiera dell'assistenza e l'integrazione socio-sanitaria;
  • equiparazione dei costi, a partire dall'irap, tra strutture pubbliche e private per arrestare le scelte di privatizzazione già in atto;
  • adeguamento e distribuzione più omogenea sul territorio regionale delle impegnative di residenzialità;
  • ridefinizione e maggiore omogeneità del sistema delle rette, finalizzata a una maggiore considerazione del peso crescente delle prestazioni di carattere sanitario e a ridurre l'incidenza dei costi sull'utenza;
  • incremento degli organici e delle professionalità necessarie all'organizzazione del lavoro; applicazione del CCNL di riferimento;
  • ripristino del vincolo per tutte le strutture accreditate di applicazione dei CCNL sottoscritti dalle OO.SS. maggiormente rappresentative, per evitare un inaccettabile dumping contrattuale;
  • stop alle interpretazioni forzate della normativa contrattuale e alle insostenibili richieste ai lavoratori di restituzioni di pregresse erogazioni economiche.

In mancanza di un tempestivo e concreto riscontro da parte della Regione attiveremo le iniziative di mobilitazione necessarie a tutelare l'utenza e i lavoratori e a sostenere la necessità di una riforma organica che collochi le Ipab all'interno del sistema pubblico territoriale dei servizi di assistenza sociosanitaria.