Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, Fnp Veneto: «Accendiamo i riflettori anche sulle vittime anziane»

Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, Fnp Veneto: «Accendiamo i riflettori anche sulle vittime anziane»

Comunicati Stampa

24/11/2022



Cresce il numero di donne over 65 che chiama il 1522, o è vittima di furti e truffe

Quasi una donna su 10 di quelle che in Veneto nel 2021 hanno chiamato il 1522, il numero antiviolenza e stalking, aveva più di 65 anni. Ed è un numero che con la pandemia è tornato a crescere. Come stanno tornando a crescere le donne anziane vittime di furti e truffe. Se il 25 novembre è l’occasione per riaccendere i riflettori sulla violenza contro le donne in quanto tali, a partire dal dramma dei femminicidi, per la Fnp Veneto è l’occasione di spostare un po’ quel riflettore per illuminare anche le più fragili: le donne anziane.

«Chiamare il 1522 è un atto di coraggio accompagnato da disperazione», commenta Tina Cupani, segretaria generale Fnp Veneto, «noi abbiamo l’oggettivo timore che i numeri non siano pienamente rappresentativi per la fascia anziana. Se vediamo che anche fra le giovani arrivare alla denuncia è spesso un percorso difficile, questo lo è ancora di più fra le anziane, assuefatte da anni a un determinato tipo di vita, con un senso della vergogna molto pronunciato e quasi sempre con una posizione economica di grande svantaggio». A titolo di esempio, ricordiamo che sono le donne a percepire le pensioni più basse: su 650mila pensionate in Veneto, il 66% ha una pensione sotto i 1.500 euro lordi, e il 39% non arriva ai 1.000 euro lordi al mese.

La Fnp Veneto ha chiesto alla Fondazione Corazzin, autrice di uno studio sulla parità di genere in Veneto, un’analisi specifica per la popolazione over 65. Emerge che fra le chiamate al 1522 l’8,4% è stato fatto da anziani, 9 su 10 donne: il dato era crollato dal 10,6% del 2018 al 7,7% del 2019, ma con la pandemia ha cominciato a crescere di nuovo. Da sottolineare che nel 2020 le chiamate ascrivibili alla fascia anziana sono state fatte solo da donne. Quanto ai furti, nel 2019 il numero di donne over 65 anni vittime è stato di 7.235 unità: rispetto al 2010 anni il dato è in crescita. Come sono in crescita, esponenziale peraltro, le truffe e, soprattutto, le frodi informatiche con vittime le anziane: erano già più di 200 le denunce nel 2010 e sono cresciute fino a 750 nel 2019.

A questo link una riflessione sulla Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne