Fermiamo la strage nelle case di riposo del Veneto!

Fermiamo la strage nelle case di riposo del Veneto!

Attività sindacali | Osservatori RSA | Osservatori RSA

30/11/2020



La campagna stampa dei sindacati dei pensionati Fnp, Spi e Uilp del Veneto

In questi mesi ormai più di mille anziani sono morti nelle case di riposo venete a causa del Covid. Soli, senza la possibilità di ricevere un ultimo saluto da figli e nipoti. I nostri nonni, i nostri genitori, continuano ad ammalarsi nelle Rsa lontani dall'abbraccio e dall'affetto dei propri cari.

Una tragedia immane che abbiamo definito strage e che non può lasciarci inermi.

Pretendiamo risposte concrete e non ammettiamo più ritardi e indugi.

COSA STA FACENDO LA REGIONE VENETO PER GARANTIRE LA SICUREZZA DEGLI ANZIANI NELLE CASE DI RIPOSO?

COME INTENDE AFFRONTARE LA CARENZA DI PERSONALE (MEDICI, INFERMIERI, ASSISTENTI SOCIOSANITARI) PER CONTENERE QUESTA SECONDA ONDATA?

COME HA SPESO GLI OLTRE 400 MILIONI DI EURO STANZIATI DAL GOVERNO PER L'EMERGENZA SANITARIA IN VENETO?

Per questo abbiamo chiesto un incontro URGENTE all'assessora Manuela Lanzarin: vogliamo sapere subito cosa stia succedendo nelle case di riposo del Veneto!

E per questo abbiamo scritto anche ai prefetti delle sette province venete per sollecitare il loro interessamento e intervento.

Le persone anziane sono la nostra storia, la nostra memoria, il nostro sostegno. Con il loro lavoro e i loro sacrifici hanno reso grande questo Paese. La tragedia che stanno vivendo rappresenta una sconfitta per tutti noi, non possiamo restare indifferenti.

I SINDACATI DEI PENSIONATI SPI CGIL, FNP CISL E UILP UIL DEL VENETO