Case di riposo, approvata la quota d'accesso sperimentale da 30 euro

Case di riposo, approvata la quota d'accesso sperimentale da 30 euro

Notizie di cronaca | Osservatori RSA | Osservatori RSA

03/09/2020



La V Commissione dà il via libera al provvedimento della Giunta regionale, retroattivo dal 1° gennaio 2020

Via libera della V Commissione del Consiglio regionale alla quota di accesso da 30 euro destinata ai non autosufficienti già in casa di riposo, ma senza impegnativa di residenzialità, o in lista d'attesa per entrarvi. Il provvedimento della Giunta, cui la V Commissione ha dato parere favorevole, è un esperimento per venire incontro sia alle famiglie, nel sostenere la retta, che alle strutture in questo momento di difficoltà dovuto al Covid-19, che ha provocato una flessione del numero di ospiti, il blocco di nuovi ingressi e il conseguente calo degli introiti.

La quota di accesso si affianca alla quota della retta alberghiera a carico dell'ospite (e della famiglia o del Comune) dal momento dell'ingresso della persona non autosufficiente nella struttura. Può avere valore retroattivo dal 1° gennaio 2020 e la fase sperimentale terminerà il 31 Dicembre 2022: sono stati stanziati 21,7 milioni dei 515 previsti nel Fondo regionale 2020 per l'assistenza residenziale dei non autosufficienti.

La V Commissione ha dato il via libera anche a un secondo provvedimento destinato a sostenere economicamente le strutture residenziali e i centri diurni che con ogni probabilità chiuderanno i bilanci in perdita per i motivi già elencati, cui si aggiungono i maggiori costi sostenuti per adeguarsi alle nuove regole igienico-sanitarie post Covid-19. Questo intervento assume le caratteristiche di un "bonus" straordinario per il Covid, parametrato ai valori del fatturato 2019 e delle perdite registrate nel 2020, e servirà a garantire che queste strutture continuino a erogare i servizi richiesti.

Aggiornamento del 6 ottobre - Alleghiamo i testi delle Deliberazioni della Giunta regionale (Dgr), pubblicate nel Bur, che rendono operativi la quota d'accesso sperimentale da 30 euro e il bonus per i Centri servizi.