Coronavirus: Tamponi e quarantena per i nuovi ospiti, incontri all’aperto per visitatori

Coronavirus: Tamponi e quarantena per i nuovi ospiti, incontri all’aperto per visitatori

23/06/2020



La Regione Veneto stabilisce le nuove linee guida per l’accesso nelle Rsa

Tamponi e isolamento obbligatorio di 14 giorni per i nuovi ospiti, mascherine e distanziamento per i visitatori, formazione per gli operatori e una nuova e più efficace campagna vaccinale antinfluenzale in vista dell'autunno. Questi sono solo alcuni dei punti salienti delle nuove linee guida della Regione Veneto per garantire la sicurezza all'interno delle case di riposo, come sappiamo particolarmente colpite dal virus nella scorsa primavera.

Restano sempre valide le misure di protezione personale come l'uso della mascherine, lavarsi frequentemente le mani, non toccarsi bocca naso occhi, igienizzare le superfici, areare i locali, disinfettarsi le mani con soluzioni alcoliche più frequentemente possibile.

VISITE DEI FAMIGLIARI

Le strutture dovranno mettere in atto tutte le misure per garantire l'accesso nelle Rsa a chi non presenta sintomi riconducibili al virus (temperatura corporea sopra i 37 gradi, tosse, mal di gola, dolori muscolari, gastroenteriti), inoltre gli sopito dovranno essere informati rispetto a tutte le norme comportamentali da adottare durante la  visita.

Le linee guida regionali prevedono inoltre:

  • Non più di due visitatori per ogni ospite, le visite andranno organizzate e prenotate per tempo;
  • Compilazione di un questionario sullo stato di salute per ogni visitatore;
  • Sottoscrizione di un patto di corresponsabilità visitatori/struttura ricettiva;
  • La struttura dovrà conservare l'elenco dei visitatori per almeno 14 giorni;
  • Le visite per quanto possibile dovranno essere fatte all'aperto o in ampi luoghi interni. Solo in pochi casi gravi e valutati dalla struttura sarà possibile l'accesso alle stanze personali degli anziani ospiti;
  • Sono obbligatorie le mascherine e l'igienizzazione delle mani;
  • Evitare abbracci e strette di mano, distanziamento di un metro dai parenti ospiti, non condividere fazzoletti, asciugamani e altri oggetti;
  • La struttura, con apposita cartellonistica, terrà costantemente aggiornati i visitatori e gli ospiti sulle misure di contenimento e distanziamento sociale necessari per evitare contagi.

NUOVI INGRESSI DI ANZIANI OSPITI NELLA CASE DI RIPOSO

Le riammissioni di nuovi ospiti nelle Rsa saranno consentite solo tramite previa adozione di tutte le misure di sicurezza possibili. I nuovi ospiti che provengono da casa verranno sottoposti a due tamponi e ad un isolamento di 14 giorni prima di entrare in contatto con altri anziani, è esonerato da questa misura chi arriva da strutture ospedaliere nelle quali siano stati fatti due tamponi con esito negativo, chiunque arrivi da strutture ospedaliere nelle quali non sono stati fatti i tamponi, verrà sottoposto a quarantena di 14 giorni obbligatoria e a due test per verificare l'assenza del virus.

Monitoraggi particolari verranno fatti a tutte le persone che devono essere spostate da un reparto all'altro all'interno della struttura.

PIANO VACCINALE

Sia gli ospiti che gli operatori dal prossimo autunno saranno coinvolti in un piano vaccinale per evitare la contrazione del più comune virus dell'influenza. Questo per preservare gli anziani ospiti da infezioni che potrebbero compromettere il loro stato di salute e per evitare assenze da parte degli operatori. La vaccinazione antinfluenzale è consigliata anche a tutti visitatori.

FORMAZIONE

La Regione Veneto sta mettendo a punto un piano di formazione obbligatoria per gli operatori in collaborazione con la Fondazione Scuola di Sanità Pubblica.